Come sposare una coniglietta

Volete sposare una coniglietta? Ci siamo quasi, il vostro sogno potrebbe avverarsi e chiunque potrà sposare la coniglietta preferita!

conigliettaMa come? Intanto occorre scegliere bene la coniglietta, e che sia la più affettuosa possibile, poi, in due sole mosse, e cioè: 1) attendendo che un disegno di legge depositato alla Camera dei Deputati diventi legge; e poi 2) attendendo o addirittura sollecitando il vostro deputato preferito alla presentazione e all’approvazione di una legge che consenta di sposarsela (la coniglietta); ma anche qui non dubitate, dato che l’annuncio è stato già dato, il matrimonio potrebbe esser presto fatto! Ora andiamo ad analizzare questi due passi:

1 – La coniglietta deve poter ricevere e dare affetto.

Nessun problema: c’è la PROPOSTA DI LEGGE d’iniziativa del deputato Michela Vittoria BRAMBILLA (Il Popolo della Libertà) – Camera dei Deputati – N. 2854 – XVII LEGISLATURA: http://www.camera.it/_dati/leg17/lavori/stampati/pdf/17PDL0029400.pdf

Riconoscimento dei conigli quali animali di affezione nonché divieto della vendita e del consumo delle loro carni e dell’utilizzazione delle loro pelli e pellicce a fini commerciali.

Qui quasi nulla da temere: ma se volete metter fretta e, magari, non ne potete più di aspettare, sollecitate che si saltino commissioni, discussioni, ecc. Basta un colpo di “fiducia” e il DDL diventerà subito legge.

2 – Dobbiamo poter sposare la coniglietta

Nessun problema: aggiungiamo l’idea di Carlo Sibilia, deputato del Movimento 5 stelle che ha proposto sul blog grillino di discutere una legge per consentire:

“la possibilità di contrarre matrimonio (o unioni civili) anche tra specie diverse purché consenzienti”.

Non ci credete: andate a vedre qui (c’è anche la copia dell’originale post sul social network, per gli ultimi scettici):

http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/1369456/Sibilia–M5S—Una-legge-per-i-matrimoni-di-gruppo-e-nozze-tra-specie-diverse.html

Ora l’iter è un po’ più lungo, ma visto quanto è ormai allo stato avanzato al punto 1), basterebbe applicare la medesima attività di lobby per il punto 2) e via, verso un viaggio di nozze ed una vita felice con la vostra coniglietta preferita! Auguri e (tanti) coniglietti, figli, coni-figli, … boh!

P.S.

Cosa dite? Dopo il matrimonio tra specie, pure i figli intra-specie? Nooooo! Ma come ci vai a pensare? Eh no, non vi preoccupate, ci stanno già pensando i bravi scienziati che sanno già che ci sarà bisogno di un aiutino a questa natura che non ha previsto lo scambio di cromosomi tra esseri viventi di specie diverse … ed allora eccovi la soluzione: l’ibrido uomo-animale http://www.anticorpi.info/2013/07/ibridi-uomo-animale-lavvento-della.html. Sono anni che se ne parla (è dal 1998 che hanno già iniziato a chiedere i brevetti alla UE) e scienziati senza scrupolo ci stanno lavorando da tempo. Cosa credete, è il denaro che muove questo business, mica vorrete credere al “mito del progresso” vero?

In conclusione

E non dite che è assurdo, perché se è logico il punto di partenza: eleggere una razza animale soggetto giuridico al pari degli umani, tutto il resto che ne segue non è assurdo, è una conseguenza perfettamente logica!

image_pdfScarica il PDFimage_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*