Mamma, la Turco!

In un colpo solo Livia Turco, se non con l’intento di demolire la famiglia naturale, ha comunque dimostrato una incoerenza inconcepiblie sull’argomento UMANO e ha fatto 3 ERRORI ortografici, tutto in un solo tweet! Per non parlare dei precedenti …

Ma quanti errori fa?

Dato che mi occupo anche di corsi di informatica, l’occhio salta subito lì, ma anche non fosse così, chi non noterebbe che gli errori sono tantissimi? E sono presenti in tutti e 3 i Tweet inviati dalla Turco tra il 20 e il 24 gennaio 2017! Ma andiamo in ordine:

Tweet numero 1:

  1. Doppio spazio presente tra “una” e “nuova” (… fretta?)
  2. Spazio prima, e non dopo, la virgola tra “consenta” e “nell’interesse” (… mi consenta!)
  3. Nessuno spazio dopo la virgola tra “minore” e “anche” (…di nuovo fretta?)

Tweet numero 2:

  1. Nessuno spazio dopo il punto tra “affitto” e “Il corpo delle donne” (… sempre di corsa, eh?)
  2. e’ invece di è (… l’apostrofo invece dell’accento: AAAAARRRGHHHH!!!! )
  3. Nessuno spazio dopo l’accento tra “non e’ ” e “un contenitore” (…di nuovo fretta?)

Tweet numero 3:

  1. Nessuno spazio dopo la virgola tra “gioia” e “che emozione” (… ah, questa fretta!)
  2. Doppio punto finale ( … ma il tasto CANC non esiste sul telefonino della Turco?)
  3. L’uso del termine “emozione” non garantisce per forza un senso positivo, anche se qui lo è, grazie al contesto; si potevano però usare parole sicuramente positive come gioia, felicità, ecc. e non lasciare la possibilità, che il termine consente, appunto quando “l’emozione” sia negativa (una brutta emozione). Andava quindi rafforzato con “bella”, “gioiosa”, ecc.

Sarò pignolo, direte voi? Forse, ma con un DIPLOMA DI MATURITÀ CLASSICA in tasca non si possono fare simili errori in un tweet pubblico! E che io sappia, in un testo con questi errori di ortografia, il 4 era un voto quasi sicuro! Certo, con un diploma di Maturità Classica si è molto più titolati a fare il Ministro della Salute (va di moda, vero ministro Lorenzin?) di chi, magari, senza nemmeno un diploma di maturità, si mette a fare il Ministro dell’Istruzione! (vero ministro Fedeli?)

Mamma, la Turco!

Gli ultimi 3 tweet di Livia Turco

In effetti, l’errore più grande che esce da questi 3 tweet è l’incoerenza nel sentimento UMANO nell’insieme e l’assurdo del primo tweet!

Ma come si fa a proporre, nell’interesse dei bambini, l’adozione in coppie dello stesso sesso? E dove sarebbe il superiore interesse del minore adottabile che ha già ha perso (per disgrazia o per allontamento) le figure di riferimento del papà e della mamma? Cosa facciamo, inseriamo il minore in una coppia dove una di queste due figure non c’è più? Ma come, oggi che gli assistenti sociali che seguono le famigli con minori e con problemi, se una delle due figure paterne o materne si permette solo di sgarrare di un millimetro dalla corretta dedizione ai figli, propongono anche di sottrarre tali figli ai genitori, diamo poi in affido o in adozione tali figli ad una coppia omosessuale dove una delle due figure sparisce proprio?

Livia Turco non faccia finta di non sapere che ci sono due politici del suo schieramento che sono riscorsi proprio a quella pratica aberrante dell’utero in affitto (che la sua collega Lorenzin ha chiamato ultraprostituzione). E Livia Turco non riesce a fare due + due = quattro? A coloro che chiedono l’adozione dei bambini nelle coppie omosessuali non interessa l’adozione dei bambini già grandi ed adottabili (per i quali ci sono più di dieci famiglie richiedenti per ognuno!), bensì interessa fare come Vendola o Lo Giudice: andare all’estero per poi far concepire dei figli proprio con la tecnica dell’utero in affitto! E poi tornare in Italia per farli adottare da se o dal compagno! Ma la stessa considerazione vale anche per le coppie eterosessuali. Se non si potrà mai rispondere alla domanda “Dovè la mia mamma?” non c’è tecnica o desiderio che tenga. La legge italiana n. 40 del 2004 vieta tale pratica, ma proseguono i procedimenti penali, specialmente per eterosessuali!

E dove dovrebbero tornare i bambini salvati dalla Protezione Civile? Quale bambino non cercherebbe di ritrovare la propria mamma? Ma quei bambini nati con l’utero in affitto, mascherato dall’adozione per le coppie omosessuali o eterosessuali, la vera madre, non la conosceranno mai!

image_pdfScarica il PDFimage_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*