Quel furbo router della TIM che nasconde gli altri operatori telefonici

Il guasto

Modem TIM Smart fibra – Combo Technicolor

Tutto filava via liscio … TIM Fibra da 30 Mbit/s in download e 3 Mbit/s in upload … TIM Smart Modem … TIM Vision … nessun problema per 6 mesi … quando, ad un certo punto, la navigazione si faceva sempre più lenta, fino a scendere sotto ai livelli di una normale ADSL.

Non mi aspettavo che succedesse un problema simile ad un analogo guasto successo 8 mesi fa ed infatti, dopo una prima chiamata gestita automaticamente e senza alcun risultato (invero con un messaggio che riportava la prossima chiusura dell’intervento che, subito, ho respinto e riaperto), alla seconda chiamata è passato un tecnico che, con poche prove, imputava il guasto al modem-router TIM.

La soluzione

Modem TIM Smart fibra – Sercomm VD625

Per fortuna nessuna caccia al cavo interrotto ed interrato! La soluzione è consistita nella semplice sostituzione del modem-router con uno nuovo e (a detta del tecnico) più performante: un Sercomm VD625.

A sostituzione ultimata (e a tecnico ormai andato via) tutto sembrava andare bene: navigazione ripresa alla corretta velocità; upload idem; dispositivi mobili tipo smartphone e tablet collegati via WiFi correttamente; PC agganciati via DHCP immediatamente; disco USB con collezione multimediale collegato alla porta USB riconosciuto; insomma … quando mai uno poteva pensare che il telefono Siemens Gigaset A580 IP su cui era configurata la mia vecchia linea telefonica Telecom Italia ormai passata al VOIP, non stesse funzionando?

Infatti, dopo un paio di giornate di tranquillità telefonica in casa, a causa anche del fatto che ormai si ricevono telefonate quasi solo sul telefonino, la domanda è poi sorta spontanea: ma il la linea fissa, sta funzionando? e guardando il telefono … la risposta è stata: NO!

Eutelia? Ma chi è questa Eutelia?

Siemens Gigaset A580 IP

Si vede che in TIM, nessuno conosce la storica Eutelia (che oggi si fa chiamare Clouditalia Orchestra), il cui server VOIP risponde ancora all’indirizzo voip.eutelia.it. Roba che nemmeno gli operatori dei call center mi capiscono più quando, rispondendo alle loro chiamate, cerco di spiegare loro che il VOIP è una certa tecnologia con cui le telefonate passano via internet, che non è una linea telefonica analogica, che per poter fare il rientro in Telecom o il passaggio ad un altro operatore serve il codice di migrazione, che non ci voglio provare perché tanto (sono sicuro) qualche inghippo amministrativo bloccherebbe la pratica del passaggio ad altro operatore per cui mi pare di vedere le loro facce:  … “mah” … “boh” … “se lo dice lei” … insomma, dopo un po’ desistono.

Quindi, tornando al fatto, il software del telefono Siemens Gigaset A580 IP, con l’account ormai configurato da anni sul server voip.eutelia.it non riceve risposta ed il display del telefono mostrava un desolato “REGISTRAZIONE SIP FALLITA“. Si, SIP, perché il protocollo di collegamento tra telefoni VOIP ed i loro server, si chiama proprio Session Initiation Protocol, cioè SIP (come la vecchia sigla della Società Italiana per l’esercizio Telefonico).

I tentativi

Zoiper – logo

Dopo qualche riavvio del modem-router, inizio a fare qualche tentativo più approfondito; e parto dallo smartphone, collegato in WiFi, dove avevo da tempo installato l’app ZOIPER con il mio account VOIP, sempre funzionante (così è molto comodo portarmi dietro il telefono fisso sul telefonino). Ebbene: nemmeno con questa APP il numero riusciva più a registrarsi in centrale; ed ottenevo il messaggio numero “not registered” !

Spengo la WiFi sul telefonino e passo ai dati … riapro Zoiper … numero VOIP registrato correttamente! Quindi, nessun problema nella centrale Eutelia.

Spengo i dati … ricollego lo smartphone alla WiFi … numero “not registered”.

Kaspersky VPN Secure Connection

Ma che, mica sarà la WiFi? Adesso gli faccio vedere io! E sempre con la WiFi accesa, apro l’APP di sicurezza ed anonimato “Kaspersky VPN Secure Connection” (che viene fornita con 200 MB di traffico / giorno in versione gratuita e, per chi ha un prodotto registrato, con ben 300 MB / giorno di traffico); avvio poi Zoiper e NIENTE connessione … ma come, rimugino, eppure avrebbe dovuto funzionare! Ma poi mi avvedo che la VPN Kaspersky funziona inizialmente solo per Facebook ,Twitter, Chrome ed un paio di altre APP del tipo Social Network ma non per tutte. Abilito quindi anche Zoiper e, una volta lanciata, l’APP si collega e il numero VOIP è registrato ed attivo!

Allora, passando per altri router, tutto funziona!

Il risultato

Vado alla console del PC e lancio un CMD: risultato:

C:\Users\Lorenzo>ping voip.eutelia.it
Impossibile trovare l’host voip.eutelia.it. Verificare che il nome sia corretto e riprovare.

Ma che, mi chiedo: il DNS non sa che pesci pigliare?

Vado a vedere sulla configurazione del modem e trovo:

Primary DNS IP Address: 85.37.17.57
Secondary DNS IP Address: 85.38.28.80

Do un’occhiata alla configurazione IP di Windows e trovo che

C:\Users\Lorenzo>ipconfig /all

DHCP abilitato. . . . . . . . . . . . : Sì

Server DNS . . . . . . . . . . . . . : 192.168.1.1

Insomma, il modem-router della TIM stava facendo da router DNS per tutti i dispositivi della reta LAN e, quindi, anche per il telefono VOIP Siemens Gigaset ma quei due server DNS (oppure il modem-router della TIM) IGNORANO DOVE FOSSE IL SERVER VOIP voip.eutelia.it !

Mi assegno quindi un IP statico … e inserisco i famosi DNS seguenti:

Server DNS  1 . . . . . . . . . . . . . : 8.8.8.8
Server DNS 2 . . . . . . . . . . . . . : 8.8.4.4

e riprovo:

C:\Users\Lorenzo>ping voip.eutelia.it

Esecuzione di Ping voip.eutelia.it [83.211.227.21] con 32 byte di dati:
Risposta da 83.211.227.21: byte=32 durata=29ms TTL=54
Risposta da 83.211.227.21: byte=32 durata=29ms TTL=54
Risposta da 83.211.227.21: byte=32 durata=29ms TTL=54
Risposta da 83.211.227.21: byte=32 durata=29ms TTL=54

Statistiche Ping per 83.211.227.21:
Pacchetti: Trasmessi = 4, Ricevuti = 4,
Persi = 0 (0% persi),
Tempo approssimativo percorsi andata/ritorno in millisecondi:
Minimo = 29ms, Massimo = 29ms, Medio = 29ms

Ah, allora sì che CON I DNS DI GOOGLE il server EUTELIA si trova!

Ripeto quindi l’operazione di configurazione di un IP statico, con i DNS di Google, anche sul telefono VOIP e, immediatamente, il numero viene registrato!

Conclusione

AGCOM – logo

Se avessi del tempo, arriverei direttamente a fare un bel reclamo al Garante per le Telecomunicazioni e solleverei la questione della concorrenza sleale verso gli altri operatori telefonici tramite il modem-router che impedisce di collegarsi ai servizi di telefonia delle altre imprese delle telecomunicazioni!


Aggiornamento del 29 agosto 2018:

In seguito al commento di Lino, cerco di aiutare pubblicando tutta la configurazione del mio account VOIP sull’App Zoiper (Menù / Settings / Accounts) per far veder come ho impostato i parametri inserendo gli IP statici del server Eutelia e del loro server STUN (che serve proprio per instradare correttamente il traffico dei dispositivi tipo i telefoni IP quando si trovano dietro a dei Firewall, quindi anche in una LAN con il Router che fa da NAT dalla rete interna privata alla rete Internet con un IP pubblico assegnato). La porta rimane la 5060.

Menù / Settings / Acccount (si noti la connettività WiFi)
Menù -> Impostazioni -> Acccount (toccando il numero 0733xxxxxx)
Menù / Settings / Acccount (e, scorrendo in fondo …) / Network Settings
Menù / Settings / Connectivity
Menù / Settings / Connectivity / Listening Ports

Spero che questo sia ancor più di aiuto!

9 risposte a “Quel furbo router della TIM che nasconde gli altri operatori telefonici”

  1. Molto interessante. Sapevo che alcuni operatori non gradiscono l’utilizzo del VOIP di altri soggetti ma non avevo mai approfondito la questione. Poi a maggio ho dismesso la linea fissa per cui il problema non si pone più.

    PS: “telefoniaco” che fa rima con “demoniaco” è un lapsus bellissimo.

  2. Ciao, sono capitato qui dopo aver avuto esattamente lo stesso problema. Il maledetto Sercomm VD625 ad un certo punto smette di risolvere tutti gli host che sembrano “destinazione” di un servizio VOIP utilizzato da un client interno, come voip.eutelia.it, ma anche asterisk.il-mio-dominio-di-casa-mia.it.
    La maledizione è che non si può, dal pannello di configurazione, configurare il parametro DNS del server DHCP.
    Possiamo parlare di concorrenza sleale? Sì, fare denuncia ad agcom sarebbe una gran perdita di tempo, ma io avvertirei almeno clouditaliaorchestra, cheapnet e altri operatori. Se trovo una e-mail gli mando un link a questo blog.
    Magari loro hanno qualche avvocato che segue queste cose per lavoro.

    1. Ciao Giovanni e grazie per il commento! Condivido la tua idea di segnalare il fatto ai fornitori VOIP.
      Prima di questo fatto ho anche avuto un disservizio sulla mia linea ADSL TIM, duratomi un mese, per il quale volevo presentare reclamo all’AGCOM ma, dopo aver consultato il loro sito e dopo aver anche scaricato il modulo D per i reclami ho rinunciato, data la complessità dell’iter, in quanto l’AGCOM stessa indica che PRIMA occorre OBBLIGATORIAMENTE aver tentato la conciliazione. Questo infatti il link al sito: https://www.agcom.it/contenzioso-tra-utenti-e-operatori dove c’è il link al regolamento: https://www.agcom.it/documents/10179/1/document/6a850ae3-451d-4017-9e83-aab3472d9fdd e quando si va a leggere il CAPO II: TENTATIVO OBBLIGATORIO DI CONCILIAZIONE, tutto è chiaro: praticamente una lunga perdita di tempo e denaro che porterebbe ad un sicuro bilancio negativo!

  3. Ciao. Ho il tuo stesso problema. Ho una linea fibra TIM con numerazione voip di TIM. Il ruoter è Il maledetto Sercomm VD625. Ho associato un apparato ATA LinkSys per altra numerazione Eutelia, da sempre utilizzato con linee ADSL. All’inizio l’apparato ATA non si autenticava. Ho scoperto che il VOIP di Eutelia usa una porta 5060 che risulta essere la stessa utilizzata da TIM per il suo VOIP. Ho reimpostato nell’apparato ATA la porta su 5070 pure resa disponibile da Eutelia e tutto ha funzionato correttamente fino a ieri per circa due mesi. Ovviamente il maledetto Sercomm VD625 non consente la modifica della porta per il VOIP TIM. Come dicevo, da ieri l’ATA risulta autenticato ma quando alzo la cornetta ricevo un segnale tipo Fuori Posto. Nel tentativo di risolvere il problema, ho provato l’App che consigliavi, ZoiPer, anche per aver certezza che l’account funzionasse correttamente. Configurato il tutto, l’App ha funzionato registrandomi correttamente per quindici minuti (ho pure testato chiamate in invio e ricezione) e poi mi ha restituito un errore “no DNS result (923)”. Potresti, per cortesia, indicare la completa configurazione dell’App necessaria per Eutelia, in modo da consentirmi di escludere di aver problemi con l’account? Intanto ho aperto un ticket presso CloudItalia, ma non risponde nessuno, nemmeno al telefono.

    1. Ciao Lino e grazie per il tuo commento! Ho proposto, in coda all’articolo, le schermate di configurazione dell’App Zoiper per il mio account VOIP. Spero ti siano utili. Fammi sapere!

  4. Non credo sia un problema del router. Io ho lo stesso router ed il dominio voip.eutelia.it lo risolve tranquillamente.
    E’ però differente il DNS che punto: 85.37.17.16 invece che 85.37.17.57
    Se da DOS eseguo NSLOOKUP ho la conferma che il problema è il DNS e non il router:

    C:\Users\xxx>nslookup
    Server predefinito: modemtim
    Address: fe80::1

    > voip.eutelia.it
    Server: modemtim
    Address: fe80::1

    Risposta da un server non autorevole:
    Nome: voip.eutelia.it
    Address: 83.211.227.21

    > server 85.37.17.57
    Server predefinito: nsp-an1.interbusiness.it
    Address: 85.37.17.57

    > voip.eutelia.it
    Server: nsp-an1.interbusiness.it
    Address: 85.37.17.57

    Risposta da un server non autorevole:
    Nome: voip.eutelia.it.homenet.telecomitalia.it
    Address: 108.163.129.124

    >
    Provate ad aprire una segnalazione a TIM indicando questo post.
    Carlo

  5. Ciao Carlo e grazie per il commento e le informazioni!
    Anche io pensavo che non dovesse essere un problema di router, ma poi, facendo le prove sono giunto alla conclusione che il problema con il nuovo router era dovuto alla combinazione di due fattori:
    1) il nuovo router Sercomm,
    2) i DNS di Telecom.
    Evidentemente il nuovo router puntava a dei DNS di Telecom diversi e questi diversi e nuovi DNS non mi consentivano di raggiungere Eutelia perchè non risolvevano voip.eutelia.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *